23/02/2018 - Oltre il karaoke - Dalle 20 cena, aperigriglia e apericena e tanta buona musica e canzoni da cantare in serata
 
 
 
LA DIVISA A SCUOLA: PRO E CONTRO
 
LA DIVISA A SCUOLA: PRO E CONTRO
Nel mondo molte persone usano un abbigliamento adatto al tipo di lavoro che svolgono. In alcuni casi indossare una divisa è una necessità, una protezione o una barriera igienica per il lavoratore e per l’ambiente circostante, come il caso di operatori di produzioni alimentari o di farmaci, oppure il caso dei chirurghi o dei medici in generale. Una divisa per il resto ha una funzione soprattutto identificativa cioè di appartenenza ad un gruppo: come il caso dei militari, dei poliziotti, dei vigili del fuoco, dei piloti e delle hostess o degli operatori di qualsiasi altra attività. La divisa come elemento identificativo dà un certo orgoglio e una sensazione di importanza a chi la indossa.
Anche in alcune scuole vengono usate le divise: nella scuola materna ad esempio i bambini mettono grembiulini colorati per non sporcarsi quando disegnano o colorano; anche nella scuola elementare si usano i grembiuli e in alcuni paesi anche nelle scuole medie.
Nel 2001 la proposta di introdurre, obbligatoriamente in Sicilia, la divisa nelle scuole elementari, è stato un problema molto discusso. Riflettendo su questo argomento appare chiaro che ci siano molti altri problemi più gravi relativi al sistema scolastico e quello della divisa sembra un problema di ultima necessità. In realtà l’introduzione della divisa ha uno scopo sociale poiché vediamo molte ragazzine indossare abiti griffati legandosi più all’apparire che all’essere. Questo non dovrebbe succedere perché la scuola è un luogo dove si studia e si impara ed è anche confronto di culture dove la competizione deve essere solo quella rivolta al miglioramento di se stessi.
Molte persone sono favorevoli alla divisa perchè grazie a essa si ha l’uguaglianza sociale, almeno nel vestito. Vale a dire che in questo modo gli alunni che appartengono a famiglie meno abbienti, che non possono permettersi capi firmati, non vengono discriminati da chi ha più possibilità economiche. Inoltre la divisa dà un senso di appartenenza a coloro i quali fanno parte di una determinata scuola. Basti pensare alle famose divise delle scuole degli Stati Uniti, o della Gran Bretagna ecc… Non bisogna dimenticare che spesso i giovani si vestono nella stessa maniera (jeans strappati a vita bassa, percings, felpe di colore scuro) creando delle gang con scopi trasgressivi e violenti, quindi la divisa potrebbe evitare questo problema.
Di certo queste affermazioni sono molto valide ma ci sono anche persone che vanno contro questa tesi. Secondo loro la divisa può impedire ai ragazzi di indossare ciò che si preferisce, vedendo in ciò un impedimento alla manifestazione dei propri gusti e della propria identità. Inoltre, anche la divisa ha un suo costo e può mettere in difficoltà le famiglie meno ricche. Infine, vestirsi nella stessa maniera non evita le discriminazioni; ad esempio nelle caserme è facile assistere ad episodi di “nonnismo”, nonostante tutti siano in divisa.
Secondo me non è vero che la divisa crea uguaglianze sociali, perché persone che appartengono ad un diverso ceto sociale non necessariamente lo manifestano con l’abbigliamento ma anche attraverso il modo di parlare e di comportarsi. È più importante l’intelligenza per relazionarsi con gli altri anziché l’abbigliamento, diverso o uguale che sia. Ovviamente la divisa non va eliminata totalmente perché è un indumento pratico che in certe occasioni va sfruttato per evitare di sporcarsi.
Concludendo, è giusto dire che la divisa oggi non è un concetto solo scolastico ma anche sociale perché tutti noi ormai indossiamo le stesse cose e mangiamo gli stessi alimenti e senza rendercene conto indossiamo la divisa. La conseguenza di tutto ciò è l’omologazione cioè la perdita della propria identità sia a livello sociale che patriottico. Pertanto, io propongo che ognuno sia libero di indossare ciò che preferisce e di non farsi condizionare dalle mode come molto spesso accade, tutto questo nel rispetto degli altri e del luogo che si frequenta.

GIULIANA G.
 
SCRIVICI IL TUO COMMENTO
 
 
       mòde Lounge Club & Disco Dinner
Via Cassanese, 224 – C. Dir. Milano Oltre – 20090 SEGRATE (MI ) – ITALY
LINE 02.26.92.28.07 E-MAIL: info@modecafe.it
Copyright © 2012 Mòde Cafè Restaurant | All Right Reserved.
Partita Iva 08373110967 e Note Legali